fbpx

Lilian Goberna, consulente di Go Consulting sostiene che viaggiare è come fare un master in competenze personali

Lo sviluppo professionale è il processo che forma l’identità lavorativa di una persona. È una parte significativa dello sviluppo umano e copre l’intera vita dell’individuo, a partire da quando egli diventa consapevole di come le persone si guadagnano da vivere.

 

I fattori che influenzano lo sviluppo professionale

Diversi fattori e le interazioni tra loro influenzano lo sviluppo della carriera lavorativa. Diamo un’occhiata ad alcuni fattori:

Caratteristiche personali: personalità, interessi, attitudini e valori legati al lavoro giocano un ruolo significativo nello sviluppo della carriera poiché influenzano le occupazioni che riteniamo soddisfacenti, così come l’ambiente di lavoro. Quando sei in procinto di scegliere una carriera, è così importante fare un’autovalutazione per riflettere.

Risorse finanziarie: inseguire determinate carriere può essere costoso. Un lavoro può richiedere un significativo impegno, che potrebbe essere limitato dalle capacità finanziarie. Fortunatamente, vi sono opportunità per aver accesso a carriere lavorative in linea con le aspettative e soddisfacenti.

Obblighi finanziari: potresti avere un’occupazione lavorativa solo ai fini monetari. Ti consente di tenere il passo con le spese ma non ti soddisfa in nessun altro modo. Vorresti cercare altre opportunità, ma sentirti inibito dall’onere di mantenere le spese. Puoi provare a risparmiare in un determinato periodo di tempo per un prossimo cambiamento lavorativo sfidante e soddisfacente.

Impegni emotivi e mentali: l’obiettivo è cercare un’occupazione che utilizzi al meglio i tuoi punti di forza mentre soddisfi i tuoi punti di debolezza, sviluppando le opportunità della tua persona.

Età: l’età, o la percezione di essa, può ostacolare nello sviluppo della carriera. Potremmo essere preoccupati di essere troppo giovani per inseguire un percorso oppure ottenere un avanzamento di carriera, e per un altro periodo ci preoccupiamo di non essere giovani per fare quel lavoro. Invece di concentrarti sull’età, concentrati sulle tue abilità e su quanto sei motivato.

 

Come inserire nel curriculum un’esperienza lavorativa all’estero

Se ben valorizzata all’interno del curriculum, un’esperienza all’estero può condizionare l’esito di un processo di selezione, dando maggiore visibilità alla persona. È fortemente raccomandato, quando la si cita, soffermarsi soprattutto sulle attività che si sono svolte.  

Perché è fondamentale? Un’esperienza all’estero accresce le qualità e le competenze di una persona, per cui è molto importante spiegare le attività svolte, gli obiettivi e i risultati conseguiti.

Molti esperti reputano fondamentale l’inserimento all’interno del curriculum di quelle abilità e competenze trasversali acquisite grazie a un’esperienza all’estero. Possiamo avere:

  • conoscenza di una o più lingue straniere;
  • problem solving;
  • orientamento verso gli obiettivi;
  • personalità open-minded;
  • capacità di adattamento a diverse situazioni e cambi aziendali;
  • capacità di negoziazione;
  • capacità di analisi e di pianificazione;
  • capacità di prendere decisioni.

AIESEC offre opportunità professionali all’estero accessibili a moltissimi studenti laureandi e laureati, in cerca di un’occupazione lavorativa, in un ambiente di lavoro che ti permette di accrescere le tue potenzialità e ti offre diverse opportunità di crescita. È importante per AIESEC il learning-by-doing come presupposto fondamentale alla crescita personale e professionale, sperimentando una serie di situazioni in cui è necessario mettere in atto strategie concrete.

Candidati ad un progetto professionale in start-up o in azienda, supera il processo di selezione e così potrai accedere ad un’esperienza lavorativa all’estero che possa gratificare il tuo percorso di crescita e maturità. Come? Clicca qui!

Menu
Top