fbpx

Tecnologia, innovazione, modernità, in questo si racchiude il significato di due semplici parole: Start-up.

Ma siamo davvero sicuri di sapere cos’è una start- up innovativa e come funziona?

La start-up è un idea di un prodotto-servizio di qualsiasi tipo, dall’elevato contenuto innovativo, che viene convertita in business.

Fondamentale per lo sviluppo dell’idea è l’ideazione del business plan:
un primo step pre-analisi in cui saranno individuati gli obiettivi da raggiungere in un determinato periodo, l’analisi dettagliata del mercato di riferimento, le caratteristiche della concorrenza, le strategie da attuare e le risorse economiche da impiegare per la sua realizzazione. Per facilitare nella sua stesura esistono i c.d. incubatori o acceleratori d’imprese, vale a dire società di capitali o cooperative che accompagnano la start up nel suo processo di avvio fino alla realizzazione concreta dell’idea imprenditoriale, aiutandola a limitare i rischi e definire al meglio traguardi e tempistica.

Subentra poi la fase più delicata: trovare un investitore deciso a finanziare l’idea. Nella gran parte dei casi, sono finanziate da venture capitalist, angel investors o anche da semplici privati (talvolta attraverso il crowfunding), che credono nel progetto e decidono di investirci somme di denaro che vanno dalle poche centinaia di euro alle decine di milioni.

I paesi più “svegli” (USA ed Israele in testa) non solo cercano di favorire la nascita di nuove startup, ma addirittura stanno facendo di tutto per attrarre “startupper” dagli altri paesi. Oggi, infatti, le startup rappresentano una leva potentissima per la creazione di ricchezza, strumento di competizione e crescita (attraverso l’innovazione) su cui un paese non può non puntare.

Questo caso di imprenditoria giovanile 2.0, nato in Silicon Valley già nel 1992, ha iniziato a diffondersi dal 2011 in modo contagioso, riscontrando grande successo. In Italia Il boom delle start up, non si ferma: ormai sono quasi 7 mila, oltre il doppio rispetto a due anni fa.

Al 31 dicembre 2016 sono 6.745 le startup innovative iscritte al Registro, con una crescita senza sosta: +12% in sei mesi, +31% in un anno e ben 112% in più in due anni. Guardando alla distribuzione sul territorio, emerge il primato del Nord-Ovest (30,7%), con la Lombardia in testa tra le Regioni (22,5%) e Milano prima tra le province (15%). Lo 0,42% delle società di capitali italiane, spiega il rapporto, è una startup innovativa, ma in alcuni settori queste rappresentano una quota molto più elevata: il 25,6% tra quelle di ricerca e sviluppo, l’8% nella produzione di software e lo 0,6% nel manifatturiero. In ogni caso, gran parte delle startup (75%) opera nei servizi, mentre il 18% è attiva nell’industria.

In un momento storico in cui i dati sulla disoccupazione giovanile sono drammaticamente in ascesa, diventare imprenditori di se stessi potrebbe essere l’unico modo per contrastare gli effetti nefasti di un mercato del lavoro stagnante.

In italia infatti il fenomeno start-up ha dato spazio a innumerevoli posti di lavoro e continua a nutrire le speranze di chi, nonostante la crisi e la pressione fiscale, ha il coraggio e le competenze per dare vita alle proprie idee sia dal punto di vista pratico che economico; secondo alcune valutazioni dello Stato, in Italia ci sono circa un migliaio di startup che hanno fatturato mediamente 3 milioni di euro. Per quanto riguarda la forza lavoro, infatti, viene tracciato un quadro di piena salute: tra soci e dipendenti il totale è di poco meno di 35 mila persone (+44% in un anno), di questi la maggioranza (25622) sono soci.

Città principali, teatro del maggior numero di progetti di startup, sono Milano e Roma; in questi luoghi, la concentrazione di stimoli e incontri dai contenuti innovativi è molto alta. Anche Napoli si sta affermando, sempre di più, come il più grande incubatore di imprese del meridione.

Hai voglia di Imparare ad agire come un imprenditore sostenendo col tuo lavoro il progetto di una start-up?

Con il progetto Global Entrepreneur, AIESEC ti offre l’opportunità di collaborare allo sviluppo di una start up innovativa per un periodo fino a 3 mesi, immerso in un ambiente internazionale e pieno di stimoli.

Un’esperienza formativa per tutti i giovani interessati a dare un taglio imprenditoriale alla propria carriera!

per altre informazioni, clicca qui.

Menu
Top