fbpx

Non mollare mai”. Probabilmente è una delle frasi più comuni che sentirai mentre stai costruendo la tua carriera. Ma c’è una ragione per cui questi detti sono cliché – non si sa mai quando il successo si trova davvero dietro l’angolo.

Abbiamo raccolto alcune storie di celebrità che sicuramente non si sono mai arrese. Tutte queste persone adesso sono nomi conosciuti, ma non lo sono diventati facilmente. Alcuni vivevano nella loro auto, altri soffrivano di abusi familiari, e quasi tutti incontravano un rifiuto dopo l’altro sia professionale sia personale.

Continua la lettura, e lasciati ispirare!

 

  1. J.K. ROWLING

J.K. Rowling aveva appena divorziato, riceveva un sussidio dal governo e poteva a malapena permettersi di dar da mangiare al suo bambino nel 1994, solo tre anni prima che venisse pubblicato il primo libro della sua celebre saga, Harry Potter e La Pietra filosofale. Era così povera che non poteva permettersi un computer o la spesa da sostenere per fotocopiare il suo romanzo da 90.000 parole. Senza farsi prendere dallo sconforto ha digitato manualmente ogni versione da inviare agli editori. È stato rifiutato decine di volte fino a quando Bloomsbury, un piccolo editore londinese, ha dato una seconda possibilità alla donna dopo che la figlia di otto anni del CEO si è innamorata del racconto.

  1. STEPHEN KING

Stephen King era in difficoltà economiche quando stava cercando di scrivere per la prima volta. Viveva in una roulotte con sua moglie, anche lei scrittrice, ed entrambi lavoravano in più posti di lavoro per sostenere la loro famiglia mentre inseguivano il loro sogno. Erano così poveri che dovevano prendere in prestito i vestiti per il loro matrimonio e si erano liberati del telefono perché era troppo costoso.

King ha ricevuto così tante lettere di rifiuto per i suoi lavori che ha sviluppato un sistema per collezionarli. Nel suo libro On Writing, ricorda: “All’età di 14 anni […] il chiodo nella mia parete non avrebbe più sostenuto il peso delle lettere di rifiuto infilzati su di esso. Ho sostituito l’unghia con un picco e ho continuato a scrivere”. Ha ricevuto 60 rifiuti prima di vendere il suo primo racconto, The Glass Floor, per $ 35. Perfino il suo libro ora più venduto, Carrie, all’inizio non fu un successo. Dopo dozzine di rifiuti, alla fine lo vendette per un magro anticipo alla Doubleday Publishing, dove la copertina vendeva solo 13.000 copie. Poco dopo, però, i Signet Books firmarono per i diritti in brossura per $ 400.000, di cui $ 200.000 andati a King. Successo raggiunto!

  1. JIM CARREY

Quando Jim Carrey aveva 14 anni, suo padre perse il lavoro e la sua famiglia ebbe momenti difficili. Si trasferirono in un furgoncino Volkswagen sul prato di un parente, e il giovane aspirante comico – che era così dedicato alla sua arte da spedire il suo curriculum al The Carroll Burnett Show solo pochi anni prima, all’età di 10 anni – impiegò otto ore di lavoro in fabbrica ogni giorno dopo la scuola per aiutare a sbarcare il lunario.

All’età di 15 anni, Carrey si esibì per la prima volta nel suo spettacolo comico sul palco – in un vestito che sua madre aveva fatto. L’anno successivo, a 16 anni, lasciò la scuola per concentrarsi sulla commedia a tempo pieno. Si trasferì a Los Angeles poco dopo, dove avrebbe parcheggiato su Mulholland Drive ogni sera e sognato il suo successo. Finalmente nel 1995 riesce ad ottenere il suo successo grazie a “Scemo e più scemo“.

  1. SARAH JESSICA PARKER

Sarah J. Parker è nata in una povera città di estrazione del carbone nell’Ohio, la più giovane di quattro figli. I suoi genitori divorziarono quando lei aveva due anni e sua madre si risposò poco dopo ed ebbe altri quattro figli. Il patrigno di Sarah, un camionista, era spesso senza lavoro, quindi la futura attrice iniziò a cantare e ballare in giovane età per contribuire ai soldi guadagnati dalla madre, di professione insegnante,e dare da mangiare alla famiglia di 10 persone.

Nonostante i tempi difficili e occasionalmente qualche momento di benessere, la madre di Parker ha continuato ad incoraggiare l’interesse dei bambini per le arti. La famiglia si trasferì a Cincinnati, dove Sarah fu presa in una scuola di danza, musica e teatro con borsa di studio. Quando Sarah aveva 11 anni, la famiglia fece un viaggio a New York City e lei riuscì a partecipare ad un’audizione per un’opera di Broadway. Il viaggio fu un successo: lei e suo fratello furono nel cast e la famiglia si trasferì a New York. Sarah J. Parker ha continuato a lavorare duro, diventando infine il personaggio principale di Sex and the City.

  1. EMILY BLUNT

Prima che Emily Blunt venisse nominata per i Golden Globe e approdasse a ruoli principali sul palcoscenico e sul grande schermo, riusciva a malapena a condurre una conversazione con i suoi compagni di classe: tra i 7 e i 14 anni, Emily soffriva di balbuzia. Come ha detto alla rivista W: “Ero una ragazzina intelligente e avevo molto da dire, ma non potevo dirlo, mi perseguitava, non avrei mai pensato di potermi sedere e parlare con qualcuno come sto parlando con te adesso”

Ma tutto questo cambiò quando uno dei suoi insegnanti più giovani la incoraggiò a provare per la recita scolastica – un’impresa totalmente poco attraente dato che aveva difficoltà a comunicare. Ma l’insegnante continuò ad insistere delicatamente e ha suggerito a lei di provare accenti e voci dei personaggi per far uscire le parole – e ha funzionato! Alla fine della sua adolescenza, Emily Blunt aveva superato la sua balbuzia e ha potuto inseguire il sogno di una carriera di successo che gode attualmente.

  1. OPRAH WINFREY

Oprah Winfrey è stata spesso criticata nella sua vita pubblica per il suo peso, il colore della sua pelle, con domande intrusive sulla sua sessualità, solo per citarne alcune. Non ha mai lasciato che tutto ciò si intromettesseì nella sua ambizione. Quando si guarda la sua infanzia, i suoi trionfi personali sono ancora più notevoli. Crescendo, suo cugino, suo zio e un amico di famiglia la violentarono ripetutamente. Più tardi, è rimasta incinta a 14 anni e ha dato alla luce un bambino, che è morto solo due settimane dopo. Ma Oprah perseverò, finendo la scuola superiore come studentessa modello, guadagnandosi una completa borsa di studio al college e facendo carriera attraverso i ranghi della televisione, da una rete locale a Nashville al livello di una superstar internazionale e ideatrice della rete televisiva OWN (Oprah Winfrey Network) canale televisivo a pagamento in America.

Menu
Top