fbpx

Ho appena fatto l’esame di maturità e adesso? quale percorso universitario intraprendere?

Mi sono laureato alla triennale ma non ho ancora le idee chiare sulla specialistica, cosa fare?

Mi sono licenziato dopo anni di lavoro duro e noioso. Ho voglia di cominciare in maniera del tutto nuova la mia vita. Sono in cerca di nuove idee utili per il mio futuro: come fare?

A volte non è facile prendere decisioni e fare scelte importanti per la propria vita, così come trovare la giusta strada per realizzare i propri obiettivi e il proprio futuro. Questi tre interrogativi ne sono un esempio.

Se almeno uno di essi è balenato nella vostra mente, allora significa che è il momento adatto per prendervi un Gap Year.

Inconsapevolmente quello di cui avete bisogno per rispondere a tutti i vostri dubbi è un esperienza che vi permetterà di prendere le distanze dalla vita di tutti i giorni, di crescere come persone, di schiarirvi la mente dai vostri dubbi e di prepararvi alle sfide del domani.

Cos’è il Gap Year?

Un gap year è un periodo di stacco, da prendere prima, durante o dopo l’università, non importa che voi siate studenti o lavoratori, la cosa fondamentale è che permettiate a questo periodo di tempo, generalmente lungo un anno o anche alcuni mesi, di influenzare positivamente e in modo straordinario la vostra vita.

Nel Regno Unito e negli Stati Uniti è molto comune fare un gap year. Molte aziende piccole e grandi, comprese aziende di consulenza come McKinsey, assumono volentieri persone che hanno fatto un gap year perche’ indicano che hanno “consapevolezza di sè stessi e sono fortemente orientati all’impegno

Al suono di queste due semplici parole “GAP” e “YEAR” sono sicura, cari lettori, che alcune domande si staranno concretizzando nella vostra mente: “perchè dovrei sprecare un anno di tempo”? “come un anno di fuga dalla vita di tutti i giorni dovrebbe aiutarmi a schiarire le idee sul mio futuro”?

Cari lettori, vi svelo un segreto: un anno di tempo, se sfruttato nel modo giusto, non sarà mai un anno sprecato.

Quindi, ecco 4 buoni motivi per fare un Gap Year e sfruttare al meglio questa importante “periodo di pausa” da intraprendere nella vostra vita:

1. Imparare una nuova lingua
Essere fluente in un’altra lingua è oggi una delle competenze professionali più importanti: le persone che parlano più di una lingua sono molto apprezzate sul mercato del lavoro; questa è sicuramente una competenza che farà spiccare il vostro curriculum tra tanti altri.

2. Ampliare i vostri orizzonti.
Sfruttare il gap year per viaggiare è un ottimo modo per venire a contatto con persone e culture diverse. Amplierete i vostri orizzonti e la visione che avrete delle cose e del mondo sarà del tutto nuova, diversa, migliore.

3. Sviluppare competenze utili e professionali.
Prendersi del tempo per fare diverse esperienze lavorative, sperimentando nuove cose, sviluppando capacità professionali , capendo in che direzione orientare effettivamente la propria vita e in quale contesto inserirvi un giorno, è un modo utilissimo per sfruttare il gap year.

4. Fare un esperienza di volontariato.
Scegliere di Fare un esperienza di volontariato durante il vostro gap year, confrontandovi con realtà del tutto diverse dalla vostra; vi aiuterà ad avere una maggiore consapevolezza di voi stessi e sopratutto a superare molte delle debolezze e dei limiti mentali che vi hanno sempre caratterizzato e che avreste sempre voluto eliminare.

Ok, siete arrivati alla fine dell’articolo, decisi nel prendevi questo tempo ma disorientati su come farlo. Non avete la più pallida idea di dove cominciare.

Ecco che AIESEC potrebbe esservi di grande aiuto.

AIESEC , con i suoi progetti di volontariato e stage professionale nei 127 paesi in cui è presente, fa di questi 5 punti, gli obbiettivi fondamentali dei suoi progetti.

Allora cosa aspetti a prenderti un Gap year, parti con AIESEC, scopri di più, su aiesec.it

Menu
Top